Oxygene, innovativo pneumatico mangia-smog

Oxygene, innovativo pneumatico mangia-smog

Insurvisor

Quando si parla di mobilità sostenibile si pensa alle auto elettriche, vetture che contribuiscono a ridurre l'impatto ambientale, perché non inquinano. E se si riuscisse a fare un ulteriore passo in avanti, con auto che non soltanto non producano emissioni nocive ma che contribuiscano anche a ripulire l'aria delle città?

 

Oxygene, una gomma che purifica l'aria

E' questa l'idea alla base di Oxygene, l'innovativo pneumatico presentato da Goodyear in occasione dello scorso Salone internazionale dell'automobile di Ginevra, che ha catalizzato l'interesse mediatico.

 

Riflettori accesi sul problema dell'inquinamento

Va detto subito, si tratta al momento soltanto di un concept, ovvero di un prototipo, la cui immissione sul mercato è ancora tutta da verificare.

Ma l'idea alla base della gomma green è sicuramente interessante e ha se non altro il merito di aver nuovamente acceso i riflettori su alcune tematiche ambientali, come quella dell'inquinamento, all'interno di un settore che ne è direttamente coinvolto.

“Si prevede che entro il 2050 più di due terzi della popolazione mondiale vivrà nelle città, pertanto la pressione sulle reti di trasporto nei contesti urbani aumenterà in modo significativo- ha dichiarato Chris Delaney, Presidente di Goodyear Emea- Infrastrutture e trasporti più verdi e più intelligenti saranno fondamentali per affrontare le sfide più urgenti della mobilità e dello sviluppo urbano”.

 

Fotosintesi clorofilliana per produrre ossigeno

Realizzato con stampa 3D, utilizzando polverino di gomma proveniente da pneumatici riciclati, Oxygene ha una struttura aperta, all'interno della quale è stato inserito del muschio vivo che, grazie all'acqua proveniente dall'asfalto e alla luce, rilascia ossigeno nell'aria grazie al processo della fotosintesi clorofilliana.

 

Green ma tecnologicamente avanzato

Si tratta di un prodotto naturale ma al tempo stesso ipertecnologico. La gomma è infatti in grado di accumulare l'energia prodotta durante il processo di fotosintesi che viene utilizzata per

alimentare la sua elettronica integrata, compresi i sensori, l’unità di elaborazione dell’intelligenza artificiale e una striscia di luce personalizzabile nel fianco del pneumatico, che cambia colore, avvisando gli utenti della strada e i pedoni delle manovre imminenti, come il cambio di carreggiata o la frenata.

 

Connesso all'IoT

E non è tutto qui. Oxygene integra un sistema di comunicazione LiFi (luce visibile) che permette al pneumatico di collegarsi all’Internet of Things, consentendo lo scambio di dati da veicolo a veicolo (V2V) e tra il veicolo e l’infrastruttura (V2I), fondamentale per i sistemi di gestione della mobilità intelligenti.

Entra in Insurvisor!

Il primo social marketplace del mercato assicurativo

Non ci sono commenti per ora. Effettua l’accesso e condividi i tuoi pensieri!

Non perderti le prossime news

Inserisci il tuo indirizzo email.

Oppure iscriviti al feed rss
sss